Translate

lunedì 28 novembre 2016

Gli onori resi al Comandante

Sto seguendo via Cubavision Internacional le immagini degli omaggi e interviste rese al Comandante. Devo dire che per quel poco che l’ho conosciuto, al di la della sua grande cultura e intelligenza, o forse proprio per quello, aveva uno spiccato senso dell’umorismo e un ottimismo inossidabile senza il quale, molto probabilmente non avrebbe avuto il percorso storico che ha avuto.
Non ha mai avuto paura della morte e negli ultimi tempi era completamente preparato all’evento.viste in momenti e luoghi imprevisti. Credo che sorriderebbe se gli si facesse presente che è stato coerente fino alla fine: quando tutti lo “volevano” morto era vivo e vegeto, nel momento in cui lo si vedeva vivo e vegeto, almeno nel limite del possibile, se ne è andato appena poche ore dopo aver ricevuto l’ennesimo Capo di Stato (vietnamita) che riceveva privatamente in una tappa “obbligatoria”  dopo le loro visite ufficiali a Cuba

Milano oh cara! AhhhhhhhTM

Oggi ero in giro per Milano dove ho piacevolmente, anche se brevemente, conversato conun vecchio compagno di lavoro, Umberto, però mica solo lui è vecchio...Ritornando verso l’albergo in zona Rogoredo ed essendo sulla linea 1 della metropolitana sento un annuncio che dice “....il traffico della linea 3 è interrotto tra le stazioni di Porta Romana e Centrale, è in funzione un servizio sostitutivo di superficie....”. A Duomo scendo per cercare il “collegamento” e vedo in via Mazzini dei bus che svolgono questo servizio in direzione Centrale. Mi sposto, ovviamente, sul marciapiedi opposto dove, dopo lunga attesa senza vedere nessun bus, un funzionario???? o disfunzionario dell’onnipotente ATM mi informa che “in Missori ci sono gli autobus”. Come si dice a Milano: Gnénte! Un altro disfunzionario ATM dice che con il tram linea 16, si arrivava a Crocetta dove c’era il collegamento. Una sola fermata e la più lunga..., ma anche a Crocetta nada...mentre in senso opposto i bus avevano una frequenza più che accettabile. Quindi a scarpe fino a Porta Romana dove era in attesa un treno zeppo di gente che non sapeva in che direzione andasse. Solo dopo qualche minuto di attesa, la voce del manovratore annunciava che il treno aveva limitato la sua corsa e tornava a San Donato, come doveva essere, solo che se gli annunci non vengono dati in maniera chiara c’è anche chi non capisce e nella fattispecie erano in tanti, infatti appena sentito l’annuncio, almeno la metà dei passeggeri è scesa.
La causa, purtroppo, è stata il suicidio di un anziano. In merito al suicidio dei disservizi dell’ATM, non ho altre parole.



sabato 26 novembre 2016

La fine di un'epoca

La notizia era attesa, con diversi stati d'animo, da molto tempo. Bene o male, secondo i punti di vista: Fidel Castro è stato un grande della Storia ed è superfluo dire che tutti i Media del mondo, molto più autorevoli e organizzati di queste note ne parlano e parleranno diffusamente, molto meglio di me.
Da parte mia posso dire che come milioni di (ex) giovani più o meno della mia generazione e anche delle successive l'ho ammirato e condiviso molte delle sue scelte. Ho anche avuto il privilegio di averlo incontrato più volte, in occasioni ufficiali e indubbiamente ne sono stato "affascinato". La personalità era veramente fuori dal comune.












venerdì 25 novembre 2016

Ingredibbileeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!

Sono dovuto arrivare in Europa per recuperare il mio account per gestire il blog che spero riprenda al mio ritorno a Cuba (o forse anche prima). Chiedo scusa ai lettori ma, forse non è stata tutta colpa mia...